La guerra non ha un volto di donna

13,00


GENERALMENTE SPEDITO ENTRO 5 GIORNI LAVORATIVI

Description

Se la guerra la raccontano le donne; se a farla raccontare è Svetlana Aleksievič; se le sue interlocutrici avevano in gran parte diciotto o diciannove anni quando sono corse al fronte per difendere la patria e gli ideali della loro giovinezza contro uno spietato aggressore, allora nasce un libro come questo. 22 giugno 1941: l’uragano che Hitler ha scatenato verso Est comporta per l’URSS la perdita di milioni di uomini e di vasti territori e il nemico arriva presto alle porte di Mosca. Centinaia di migliaia di donne vanno a integrare i vuoti di effettivi e alla fine saranno un milione: infermiere, radiotelegrafiste, cuciniere, ma anche soldati di fanteria, addette alla contraerea e carriste, genieri sminatori, aviatrici, tiratrici scelte. Attraverso un lavoro di anni e centinaia di conversazioni e interviste, l’autrice ha ricostruito il volto della guerra al femminile, che ”ha i propri colori, odori, una sua interpretazione dei fatti ed estensione dei sentimenti e anche parole sue”.

Dettagli

Anno

Pagine

464

Rilegatura

Brossura con copertina morbida

Lingua

Italiano

Formato

20×13 cm

Titolo originale

У войны не женское лицо

Traduttore

Paolo Maria Bonora, Sergio Rapetti

Author

ALEKSIEVIC SVETLANA

Editore

BOMPIANI

Series

TASCABILI. SAGGI