Non c’è nessun Dio quassù. L’autobiografia del primo uomo a volare nello spazio

15,00


>>>>>GENERALMENTE DISPONIBILE IN 8/9 GIORNI<<<<<

COD: 9788867180738 Categoria: Tag: ,

Description

«Poechali», cioè, in russo, «andiamo». Fu questa l’ultima parola pronunciata da Jurij Gagarin il 12 aprile del 1961. Poi ci fu tempo soltanto per i reattori del Vostok 1, l’astronave che avrebbe consentito al ventisettenne Gagarin di compiere un’impresa mai tentata prima: raggiungere lo spazio e riuscire a vedere la Terra dalla Luna. Tutto il mondo restò allora con il fiato sospeso, come dubitando che il figlio di un carpentiere potesse compiere una simile missione. C’era in gioco, in quel momento, il senso stesso della Rivoluzione d’Ottobre: un’aspirazione alla giustizia e all’uguaglianza che Gagarin racconta attraverso la sua vita, dall’infanzia, trascorsa al tempo della resistenza contro l’invasore nazista e alla vittoria della «grande guerra patriottica», fino all’addestramento riservato ai piloti dell’aeronautica, passando per la vita nel colcos e per gli studi preliminari all’ammissione nel Partito comunista. Una grande avventura dove in primo piano c’è l’uomo, le sue aspirazioni e i suoi sogni. Perché quello che è certo è che Jurij Gagarin riuscì a trovare la via del cosmo, riportando dalle orbite frasi destinate a restare famose per sempre: «Non c’è nessun Dio quassù».

Dettagli

Anno

Pagine

192

Rilegatura

Brossura con copertina morbida

Lingua

Italiano

Author

GAGARIN JURIJ

Editore

RED STAR PRESS

Series

TUTTE LE STRADE