Un’estate col fazzoletto da pionieri

22,00


DISPONIBILE IN 5/6 GIORNI

Description

Pubblicato nel 2021 dalla casa editrice di Mosca Popcorn Books, specializzata in narrativa LGBTQ+, questo delicato romanzo di formazione racconta la storia d’amore tra Jura e Volodja, due ragazzi omosessuali. Si svolge in larga parte nel 1986 nella colonia per pionieri della Rondine, un campo riservato all’organizzazione giovanile dell’URSS ispirata al movimento degli scout. È qui che Jura, il protagonista, trascorre l’estate dei suoi sedici anni. Tra giornate passate a nuotare nel fiume e le sonate al pianoforte, il ragazzo si ritrova inconsapevolmente a riscrivere il proprio destino quando incontra una persona destinata a cambiare la sua vita per sempre: Volodja. Diciannovenne, studente universitario e sicuro di sé, Volodja è l’educatore scelto per fare da referente al reparto di Jura. Ben presto però entrambi i ragazzi saranno costretti a scontrarsi con dei sentimenti assai più intensi di qualsiasi altra emozione mai provata prima.
Così, l’estate delle prime volte si fa intensa e corroborante, travolgendo i due protagonisti come un fiume in piena. Perché se il primo, vero, autentico amore è fonte di una gioia indescrivibile, la morale comune e il contesto sociale in cui entrambi vivono rendono a chiare lettere il loro rapporto proibito.
Nell’URSS del “radioso avvenire”, infatti, le relazioni omosessuali sono considerate anormali aberrazioni punibili con il carcere. Traumatizzati da una società che fa di paura e vergogna un’arma, i due giovani ragazzi non osano portare avanti la loro storia d’amore. Ma ogni attimo vissuto insieme non può essere trascorso invano e soprattutto non può venire dimenticato: seppellito, forse, ma solo così che la terra lo custodisca per loro. Jura e Volodja scavano una buca, celano tutti i loro ricordi in una rudimentale capsula del tempo e la interrano insieme nel suolo del campeggio prima di separarsi.
Vent’anni dopo, nel 2006, Jura fa ritorno al campo della Rondine. Molte cose sono cambiate da quando si è trasferito in Germania, lasciandosi alle spalle la madre patria e tutte le sue profonde contraddizioni. Il regime comunista è caduto, per esempio, e il campo, un tempo emblema della gioventù della gloriosa Unione Sovietica, appare dismesso, abbandonato. È però tra queste rovine che Jura ricerca i cocci del proprio passato, ed è tra le sterpaglie che rovista per ritrovare le proprie radici. Può una persona con cui si è condiviso soltanto un breve periodo diventare la più importante della propria vita? Un’estate col fazzoletto da pionieri tenta di rispondere a questa domanda, accompagnando Jura nel suo viaggio fisico e interiore per ritrovare colui che ancora possiede metà del suo cuore: Volodja.
Forte del passaparola social, è presto diventato virale nel #Booktok russo, raggiungendo in soli sei mesi dall’uscita in libreria le 200 mila copie vendute.
Consigliato in video totalmente dedicati a raccontarne la trama, o inserito in numerosissime compilation di titoli trattanti temi simili, Un’estate col fazzoletto da pionieri ha prepotentemente invaso gli schermi degli smartphone di lettrici e lettori in tutto il mondo, tanto da diventare un vero e proprio caso editoriale.
A renderlo famoso, purtroppo, non è stata soltanto la sua enorme visibilità sui social media, ma anche la legge repressiva che oggi ne vieta la vendita nel suo paese d’origine. La causa è una censura statale sistemica, che proibisce di parlare in modo positivo di omosessualità, transizione di genere e di accostare a “normalità” qualsiasi tematica legata al mondo LGBTQ+.

Dettagli

Anno

Pagine

456

Rilegatura

Brossura con copertina rigida

Lingua

italiano

Titolo originale

Лето в пионерском галстуке

Traduttrice/Traduttore

Giulia De Florio

Author

MALISOVA ELENA,

SILVANOVA KATERINA

Editore

MONDADORI