Concerto a richiesta e altre poesie. Testo russo a fronte

18,50


DISPONIBILE IN 10 GIORNI

Description

Questa prima antologia italiana di Viktor Krivulin è rappresentativa dell’intera opera di una tra le personalità più carismatiche della Russia del secondo Novecento, testimone partecipe ed emblematico del trapasso dalla realtà culturale sovietica a quella russa contemporanea. Figlio di ufficiali originari di Leningrado, l’infanzia di Krivulin era stata segnata dagli stenti patiti nella città del dopo assedio; e sarà proprio la sua amata città a consegnarlo alla scrittura. Sin dai primi anni Sessanta frequenta circoli letterari, conosce Anna Achmatova ed entra in contatto con gli scrittori della sua generazione, come Stratanovskij. Krivulin si nutre dell’underground culturale di cui è protagonista; diversamente però da altri suoi collaboratori nel samizdat, non vuole lasciare il paese, e partecipa al Klub-81 ‒ un’associazione che, nata sotto l’egida delle autorità, testimonia la volontà di dialogo con il potere sovietico. Durante la Perestrojka, il poeta è parte attiva del processo di democratizzazione, e nel 1991 è tra i promotori del ritorno al nome originario della città di San Pietroburgo. In questo passaggio cruciale, l’ultimo Krivulin associa all’impegno civile una scrittura in continua evoluzione; come in Concerto a richiesta, la raccolta che dà il titolo alla presente antologia, alle suggestioni metafisiche e al lirismo della prima fase, ora il poeta sovrappone l’esperimento linguistico, la decostruzione formale, la citazione estemporanea e una sempre meno velata ironia.

Dettagli

Anno

Pagine

192

Rilegatura

Brossura con copertina morbida

Lingua

Italiano, Russo

Note

a cura di Marco Sabbatini

Author

KRIVULIN VIKTOR

Editore

PASSIGLI

Series

PASSIGLI POESIA